Home / ateneo / News Senato Accademico: No al Rimborso tasse.

News Senato Accademico: No al Rimborso tasse.

Nella seduta del 9 ottobre del Senato Accademico i nostri rappresentanti in Senato Accademico Chiara Puccio, Vincenzo Calarca e Antonio Di Naro hanno presentato le seguenti interrogazioni:

  1. Potenziamento servizi offerti dalle segreterie didattiche: abbiamo chiesto al Magnifico di monitorare l’operato delle segreterie per prevenire la circolazione di notizie errate o parziali, lamentando soprattutto una reale difficoltà di poter usufruire dei servizi offerti delle segreterie. Abbiamo chieste quindi che venga potenziato il servizio, soprattutto per quanto il servizio di back office, mettendo a disposizione risorse umane ed economiche adeguate;
  2. Sicurezza degli edifici dell’Ateneo: visti i recenti e spiacevoli avvenimenti avvenuti a giurisprudenza abbiamo chiesto quale sia il reale stato di salute degli edifici in Ateneo, dove ogni giorno transitano migliaia di studenti, e di predisporre controlli più puntuali per prevenire altri incidenti.
Il Rettore ha risposto che già sono in atto le dovute linee per la ristrutturazione di alcuni edifici e la loro messa in sicurezza.
  3. Rimborso rata per immatricolazioni senza indicazione di ISEE: quest’anno migliaia di studenti alla data di scadenza del pagamento della prima rata, fissata per i corsi a numero chiuso da ciascun bando e per quelli a numero aperto entro giorno 30 settembre, si sono ritrovati senza avere in mano l’ISEE universitario (unico valevole per l’università), requisito necessario per l’immatricolazione al nuovo A.A.
Questi studenti, pertanto, per non perdere il diritto all’immatricolazione al corso di studio, hanno dovuto pagare la prima rata, senza indicare l’Isee e vedendosi collocati, per questo, in ultima fascia.
Negli anni passati si era riuscito ad ottenere per gli studenti la possibilità di procedere successivamente al conguaglio o al conseguente rimborso, dopo aver presentato regolarmente l’idee universitario. Quest’anno l’ateneo ha comunicato che per questi studenti non sarà possibile inserire successivamente l’Isee.
    Abbiamo chiesto, quindi, al Rettore di provvedere, anche per questo anno accademico, ad emanare un decreto che dia la possibilità agli studenti, nella situazione di cui sopra, di poter presentare successivamente l’isee universitario e di poter cosi chiedere il rimborso della rata eccedente l’importo versato in conseguenza della collocazione in ultima fascia dovuta alla mancata presentazione dell’isee. 
Il rettore ha ricordato che l’ateneo ha avviato una forte campagna di comunicazione riguardo l’argomento, e che è completamente contrario a tale possibilità ricordando che il rispetto delle scadenze è essenziale in ogni momento della carriera universitaria e ancor di più di quella professionale, dichiarando perciò di essere contrario a tale evenienza.
 Continua però, il Rettore, dichiarando che monitorerà la percentuale di iscritti in ultima fascia, qualora quest’anno si rilevasse un’impennata anomala di quest’ultima si procederà a trovare un una soluzione consona la caso.
  4. Chiarimenti Percorso Fit – 24 Cfu: Viste le recenti dichiarazioni del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti, che ha preannunciato che i 24 CFU non saranno più requisito d’accesso al concorso FIT già a partire dal primo concorso 2019; visto che la CRUI (Conferenza dei rettori delle università italiane) ha indicato agli Atenei di SOSPENDERE l’attivazione di percorsi 24 CFU per l’anno accademico 2018-2019; visto che per questo gli Atenei, eccetto Napoli e Macerata, ne sospenderanno l’avvio e, si suppone, accetteranno richieste di certificazione di CFU già acquisiti in precedenza entro gennaio 2019.
Abbiamo chiesto la posizione dell’ateneo in merito a tale situazione e se l’ateneo ha intenzione di continuare a erogare il percorso Fit-24 Cfu.
Il Rettore assicura che il percorso FIT andrà avanti fin quando non ci sarà una nuova norma, e che comunque ci darà una risposta per iscritto, dopo aver effettuato le opportune verifiche.
  5. Problema posti professioni sanitarie: è stato evidenziato come molti studenti di professioni sanitarie hanno lasciato vacante il proprio posto per un successivo passaggio al corso di studi in Medicina, chiediamo quindi di rendere noto il reale numero dei posti disponibili ai secondi anni e successivi nei corsi di professioni sanitarie in modo da poterli così bandire.
  6. Problema dei consorzi: abbiamo chiesto il punto sulla situazione dei consorzi universitari con particolare attenzione al polo di Agrigento chiedendo di fare pressioni al governo regionale per procedere immediatamente alle nomine nei c.d.a di questi enti, in modo da poter partire con la progettazione dell’offerta formativa di questi corsi nel minor tempo possibile.
  7. Comunichiamo che con decreto del Ministro dell’istruzione è stato nominato come componente del Cnsu, lo studente e collega Alessandro Pasquale Cammalleri, eletto nelle liste Link-studenti indipendenti-Onda Universitaria.

    Il Rettore comunica:

  • La data di inaugurazione dell’Anno Accademico è fissata per giorno 5 novembre, in cui sarà presentato il “Bilancio sociale”;
  • Augura buon lavoro ai nuovi direttori di dipartimento;
  • Esprime soddisfazione per i dati seppur parziali delle immatricolazioni che contano 8240 nuovi studenti;
  • Parlando di MOBILITÁ ERASMUS, afferma che gli studenti outgoing sono 998, 940 in mobilità. La borsa parte da 250 a 300 € mensili, in funzione dell’ISEE può arrivare fino ad un massimo di 700 € mensili. Le borse sono coperte dai finanziamenti MIUR e cofinanziate da UNIPA. Oggi 356 studenti hanno avuto il 100% della copertura delle borse, e nei prossimi giorni si provvederà alla conclusione dei pagamenti residui;
  • Sono stati resi noti i dati dell’FFO, dal 2015 ad oggi siamo passati da 166 milioni a 197.6 milioni. 3 milioni e mezzo in più dell’anno scorso, in parte dovuti al riconoscimento di dipartimento di eccellenza di giurisprudenza.

Onda Universitaria;
UniAttiva;
Run;
Vivere Ateneo;
NRG.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *