Home / CNSU / Resoconto XV seduta del CNSU

Resoconto XV seduta del CNSU

Resoconto XV seduta del CNSU – 11 e 12 Ottobre 2018

Nella giornata di giovedì il Consiglio ha incontrato il Capo di Dipartimento Giuseppe Valditara e il vice ministro Lorenzo Fioramonti, i quali si sono espressi in maniera piuttosto approssimativa su una serie di questioni: le intenzioni del ministero sul fit, l’incremento e la ripartizione del fis ,che dovrà avvenire per il 60% entro la fine d’ottobre e la restante parte entro dicembre e hanno annunciato anche l’intenzione di allargare il numero di borse di specializzazione, in un’ottica di assunzioni a valanga.

Oltre  le loro cerimonie e promesse vaghe , come gruppo consiliare abbiamo ritenuto opportuno contestare la presenza di Valditara al posto del ministro Bussetti, per sottolineare come quest’ultimo rifugga ogni incontro con gli studenti. Valditara,poi, si è professato un tecnico non politico al miur, abbiamo ritenuto opportuno contestarlo anche per questo, sottolineando che il CNSU è un luogo politico e non solo tecnico ed uscendo dall’aula con l’intento di delegittimare la sua presenza e il suo operato. Sotto in allegato l’intervento.

 

Come gruppo consiliare abbiamo presentato le seguenti mozioni:

  • Mozione di richiesta riparto immediato del fis, visti gli annosi ritardi registrati negli anni scorsi. (Alla luce anche delle dichiarazioni di cui sopra avvenute in aula)

 

  • Mozione richiedente lo sblocco dei fondi destinati alla legge 338 e quindi alla messa a nuovo di edifici a scopo abitativo e residenziale, per prendere parola anche rispetto alla campagna del Dsu.

 

  • mozione FIT   in cui chiediamo che il ministero si esprima sul tema del reclutamento e sulla formazione insegnanti individuando tempistiche certe per il concorso e per l’avvio del fit. Inoltre abbiamo chiesto che il ministero chiarisca in merito a tutto il percorso, viste le ultime dichiarazioni a mezzo stampa che non fanno altro che alimentare la confusione e il disorientamento di migliaia e migliaia di studenti..

 

  • mozione per chiedere che vengano proposte dal ministero linee guida per l’attuazione delle carriere Alias,per  via dell’ autonomia degli Atenei, non è possibile istituzionalizzare nazionalmente la carriera alias, siamo riusciti tuttavia a far esprimere l’organo  favorevole all’unanimità anche su una mozione così delicata e importante.

 

L’organo poi ha prodotto una mozione sulla richiesta dell’aumento delle borse di specializzazione, quì abbiamo denunciato che il definanziamento del SSN combinato al blocco del tournover ha generato una dequalificazione della formazione dello specializzando un sovraccarico di lavoro del personale attualmente in servizio e lo sfruttamento degli specializzandi come manodopera al posto del personale.

 

Altra mozione in ambito medico riguardante l’abilitazione alle professioni mediche ci ha visto specificare la necessità di chiarimenti da parte del ministero in merito all’anticipo del tirocinio chiedendo una corretta applicazione della norma senza che si producano disparità tra studenti di corti diverse, inoltre abbiamo rilevato come necessario in questo caso l’aumento delle sessioni di esame di abilitazione.

 

Infine in merito all’accesso ai corsi a numero chiuso di medicina abbiamo rilevato come sia necessario che il ministero adotti un provvedimento (sentiti prima gli organi preposti alla definizione del fabbisogno necessario alla definizione del numero di posti messi a bando ogni anno) che preveda il recupero dei posti lasciati liberi dai bandi rivolti a studenti extra UE (esempio il Progetto Marco Polo), nella graduatoria nazionale senza l’attesa di eventuali ricorsi per via giudiziale. Facendo sì che le tempistiche per l’ingresso di questi studenti beneficiari si accorci permettendo loro di affrontare con meno ritardo l’ingresso nella vita accademica.

 

In ultimo, il CNSU ha espresso un parere sul Documento di Economia e Finanza, dove si è insistito affinchè le poche cose inerenti alla scuola e all’università trovino immediato riscontro in quella che sarà la Legge di Stabilità  2019, rispetto ovviamente ai finanziamenti nella no tax, e quindi nell’FFO, ai finanziamenti nel FIS e alla revisione e ridiscussione del sistema di accesso a numero programmato.

I Consiglieri

Studenti Indipendenti – LINK

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *